“Non abbandonare al primo cedimento… tutto si recupera”. Ecco l’intervista di Anna, un esempio di resilienza applicata al percorso dimagrante.

Di 0 No tags Permalink 0

CIAO ANNA, ABBIAMO CONCLUSO IL PERCORSO DI DIETOTERAPIA DA 6 MESI E STAI CONTINUANDO A MANTERE I RISULTATI RAGGIUNTI. SONO QUI A CHIEDERTI DI CONDIVIDERE LA TUA ESPERIENZA CON I LETTORI DEL MIO SITO. RACCONTACI QUALCOSA DI TE E COSA TI HA SPINTO A INTRAPRENDERE QUESTO CAMMINO:

Sono Anna, ho 42 anni. Vivo a Genova da circa 20 anni, anche se sono originaria di una cittadina della Lombardia. Mi piace molto il mare, è anche per questo motivo che ho deciso di trasferirmi a Genova, dove ho studiato. Mi potrei descrivere come una persona socievole e attiva, una delle mie passioni è la subacquea, appena posso organizzo quindi qualche immersione nel parco marino di Portofino. Ho poi altri hobbies tra i quali la danza (danza del sud Italia e da poco lo swing) e il teatro. Negli ultimi tre anni ho frequentato un laboratorio di teatro a Sestri Ponente, il quale mi diverte molto e permette di mettersi in gioco e di scoprire lati nascosti del proprio carattere.

Negli ultimi tempi avevo messo su alcuni kg che non riuscivo ad eliminare da sola; era sempre un rimandare al giorno dopo, alla settimana successiva. Ho poi avuto la testimonianza di una mia amica che aveva intrapreso questo percorso con successo ed era molto soddisfatta, quindi mi sono decisa e ho chiamato.

 PARTENDO DA UN SOVRAPPESO (BMI DI 27), IN POCO PIÙ DI 5 MESI HAI PERSO il 9% DEL TUO PESO INIZIALE E AL MOMENTO SONO 6 MESI CHE MANTIENI IL PESO PERSO CON UN’OSCILLAZIONE DI PESO INTORNO AI 2 kg (come previsto dal piano di mantenimento).

DAL TUO PUNTO DI VISTA COSA HA VERAMENTE FUNZIONATO? QUALI SONO STATE LE ABITUDINI ALIMENTARI E I CAMBIAMENTI NEL TUO STILE ALIMENTARE (E DI VITA) CHE SI SONO DIMOSTRATI VINCENTI AL FINE DI RAGGIUNGERE E SOPRATTUTTO MANTENERE I TUOI OBIETTIVI DIMAGRANTI?

Quello che ha veramente funzionato, ed è stato pe me anche la cosa più difficile da fare, è pianificare il menu, fare la spesa in funzione di una sorta di planning della settimana e non improvvisare quando arrivavo a casa (affamata). Ho anche diminuito la quantità di condimento e deciso di portarmi, appena il mio lavoro me lo consentiva, cibo da casa. Avere inoltre una dieta non troppo rigida, che ho potuto adattare alle mie esigenze e dentro la quale era possibile fare piccoli extra da recuperare nelle giornate successive, mi ha aiutato soprattutto per il morale e l’umore.

DURANTE QUESTO ANNO, CI SONO STATE DELLE DIFFICOLTÀ O DELLE RESISTENZE AL CAMBIAMENTO? COME LE HAI SUPERATE? QUALI TUE RISORSE TI SONO STATE DI AIUTO? QUALI STRATEGIE STAI ADOTTANDO PER MANTENERE IL PESO PERSO?

Non posso negare che le prime settimane sono state un po’ dure, avevo fame… ma in realtà era una fame nervosa e/o di noia. Comunque ne ho sempre parlato con Emanuela che mi ha dato i consigli giusti. Sono anche una persona piuttosto determinata, quindi quando mi metto in testa una cosa poi la faccio… e poi sapere di essere controllata regolarmente mi ha aiutato a raggiungere l’obiettivo prefissato (la tipica ansia da prestazione, o da brava ragazza…). Quando poi si iniziano a vedere i primi risultati, tutto diventa più facile.

Per mantenere il peso cerco di rispettare in linea di massima la dieta, con più flessibilità rispetto a prima ma cercando di mantenere gli stessi abbinamenti e le regole di massima. Se poi faccio qualche eccezione (che capita) cerco di o aumentare l’attività fisica o di recuperare il giorno dopo togliendo qualcosa. Credo che la cosa migliore che mi ha insegnato la dieta è l’educazione alimentare che ti rimane e quindi impari a regolarti da sola.

PER CONCLUDERE, QUALE CONSIGLIO SPASSIONATO TI SENTIRESTI DI DARE A COLORO CHE INTENDONO INIZIARE UN PERCORSO DIMAGRANTE?

Non è cosi difficile come sembra! Non vuol dire cibarsi senza fantasia e divertimento; è tutta una questione di organizzazione e di volontà. Inutile nascondere che qualche sacrificio c’è e qualche momento di cedimento pure, ma con il supporto di Emanuela si riescono a superare. L’importante è iniziare e non abbandonare al primo cedimento, tutto si recupera!

GRAZIE ANNA, È STATO UN PIACERE LAVORARE CON TE, BUON PROSEGUIMENTO!

No Comments Yet.

Rispondi