5 pasti al die, una buona dose di determinazione e bando al senso di colpa: ecco come Sabrina ha centrato il suo obiettivo dimagrante.

Di 0 No tags Permalink 0

CIAO SABRINA, ABBIAMO FINITO IL PERCORSO DI DIETOTERAPIA DA 7 MESI E STAI CONTINUANDO A MANTERE I RISULTATI RAGGIUNTI, SONO QUI A CHIEDERTI DI CONDIVIDERE LA TUA ESPERIENZA CON I LETTORI DEL MIO SITO. RACCONTACI QUALCOSA DI TE E COSA TI HA SPINTO A INTRAPRENDERE QUESTO CAMMINO:

Ciao, sono Sabrina, ho 43 anni e vivo a Genova. Non sono mai stata particolarmente magra e ho sempre fatto attività fisica (pallavolo da giovane, ma soprattutto molta attività all’aria aperta, camminate, giri in bicicletta, ecc). Dopo la gravidanza avvenuta nel 2010 non sono riuscita a perdere tutti i kg presi e ho anche ridotto notevolmente l’attività fisica. Dopo l’estate 2016 qualcosa è scattato in me, una mia amica mi aveva dato il tuo numero e allora mi sono decisa a provarci. Volevo perdere almeno 6 kg e rientrare in alcuni vecchi abiti che non mi entravano più o comunque in cui non mi ci “vedevo” più

 

PARTENDO DA UN SOVRAPPESO (BMI DI 27), IN 6 MESI HAI PERSO L’11% DEL TUO PESO INIZIALE E AL MOMENTO SONO 7 MESI CHE MANTIENI IL PESO PERSO. DURANTE LA FASE DI MANTENIMENTO PUR SEGUENDO LE INDICAZIONI DI QUESTA FASE HAI PERSO UN ULTERIORE CHILO E MEZZO.

DAL TUO PUNTO DI VISTA COSA HA VERAMENTE FUNZIONATO? QUALI SONO STATE LE ABITUDINI ALIMENTARI E I CAMBIAMENTI NEL TUO STILE ALIMENTARE (E DI VITA) CHE SI SONO DIMOSTRATI VINCENTI AL FINE DI RAGGIUNGERE E SOPRATTUTTO MANTENERE I TUOI OBIETTIVI DIMAGRANTI?

A mio avviso la cosa più importante, che mantengo anche adesso è stata l’introduzione degli spuntini di metà mattina, ma soprattutto di metà pomeriggio che mi permettono di arrivare, in particolare a cena, senza avere troppa fame. Inoltre seguendo le tue indicazioni ho ridotto notevolmente i carboidrati introdotti a cena. Nel frattempo ho anche ripreso a fare attività fisica e a camminare un po’ di più, eliminando quasi l’utilizzo dell’auto.

E poi quando ho inizio a vedere i risultati, pesandomi una volta a settimana, riuscivo a tarare i miei eventuali sgarri. Adesso mi basta ascoltare il mio corpo, mi sazio sicuramente prima e quando sento che sono sazia, mi fermo.

 

DURANTE QUESTO ANNO, CI SONO STATE DELLE DIFFICOLTÀ O DELLE RESISTENZE AL CAMBIAMENTO? COME LE HAI SUPERATE? QUALI TUE RISORSE TI SONO STATE DI AIUTO? QUALI STRATEGIE STAI ADOTTANDO PER MANTENERE IL PESO PERSO?

Devo dire che in generale sono sempre stata una persona abbastanza determinata e, quindi, nel momento in cui mi sono lanciata in questa avventura l’ho affrontata in modo positivo. I risultati e gli spunti forniti da Emanuela mi hanno incentivato ancora di più. L’unica difficoltà, sinceramente non particolarmente pesante, è stata abituarsi al nuovo regime alimentare soprattutto a cena, quando tendevo a scaricare le tensioni della giornata mangiando cibo che mi desse soddisfazione…in genere pasta o simile.

 

PER CONCLUDERE, QUALE CONSIGLIO SPASSIONATO TI SENTIRESTI DI DARE A COLORO CHE INTENDONO INIZIARE UN PERCORSO DIMAGRANTE?

Consiglierei di pensare sempre che ce la possono fare e se hanno qualche dubbio di chiamarti. Di non sentirsi in colpa se qualche volta sgarrano, ma di rimettersi in riga. E soprattutto che dieta non vuol dire cibo insapore, inodore e incolore, ci sono tantissime verdure colorate, buone e saporite che riempiono il piatto e ci aiutano ad essere sazie.

GRAZIE SABRINA, È STATO UN PIACERE LAVORARE CON TE, BUON PROSEGUIMENTO!

No Comments Yet.

Rispondi