Featured

Psicoterapia d’estate: il momento ideale per prendersi cura di sè. La Dott.ssa Cristina Ombra riceve presso lo studio olistico di via roma e in via cairoli.

Non sono le cose in sé che ci preoccupano, ma l’interpretazione che diamo di esse.” Eppiteto.

Dott.ssa Cristina Ombra

Psicologa e Psicoterapeuta

Specializzata in Psicoterapia Ipnotica pressola Scuola Europea A.M.I.S.I.

Laureata in Lettere Moderne ed in Psicologia clinica, Cristina Ombra e’ psicologa e psicoterapeuta ed opera in Genova da oltre vent’anni collaborando con scuole, universita’, associazioni e comunita’. Mette a disposizione la sua pluriennale esperienza nel settore , svolgendo la sua attività attraverso psicoterapia individuale, di gruppo ed attività formativa  al fine di ritrovare e mantenere per lungo tempo il proprio benessere psicofisico.Nei  seminari sono privilegiate tecniche di terapia corporea, quali gestalt e bioenergetica, il ballo, il gioco e la condivisione verbale. Come elementi di fondo sono costantemente presenti il rispetto, l’accettazione ed il calore , ingredienti fondamentali per poter correre il “rischio psicologico” dei lasciarsi andare nell’essere veramente se stessi.

Riceve presso:

Studio medico olistico via roma 7/8  Genova

Studio di psicoterapia via cairoli 8/ 1 Genova

Tel. 347-4835382

 

 

Curriculum vitae:

Nel 1996 consegue la Laurea in Psicologia ad indirizzo clinico – individuale presso l’Università di Torino con il punteggio 108/110 e tesi “Gestione degli spazi abitativi nelle comunità terapeutiche per psicotici della Liguria ed i connessi problemi riabilitativi-terapeutici”.

Gennaio 1997 Corso di Specializzazione in Psicopatologia dei Disturbi Alimentari presso l’A.B.A. di Milano.

Ha conseguito  la  specializzazione quadriennale in psicoterapia ipnotica presso l’AMISI con la tesi: “Metafore sapienziali della tradizione meditativa orientale nella psicoterapia ipnotica”

Ha effettuato il corso di psicosomatica emozionale presso l’istituto IPSO  di Milano, per conduttrice di classi bioenergetiche, terminato nel 2009

Gennaio 2010: iscritta al corso  triennale per già psicoterapeuti della SIAB specializzazione per analista bioenergetico.

 

Esperienze professionali:

  1. Dall’anno accademico 1998-1999  sino ad oggi,è docente presso l’Università della Terza Età a Genova dove svolge  conferenze annuali sull’integrazione corpo-mente e lezioni pratiche di rilassamento,  con tecniche corporee proponendo un approccio bioenergetico
  2. Dal marzo 2002 collabora col centro culturale  di psicologia umanistica “Il delfino bianco” con sede a Genova, organizzando e gestendo gruppi di crescita e psicodinamica esperenziale, ed effettuando attività di conferenze e lezioni a scopo divulgativo sulle seguenti tematiche: “Le risorse della psiche”, “Il disagio della solitudine”,  “Comprendere e gestire l’ansia”, “Incontrare l’altro”, ecc. fino a giugno 2004
  3. Dal novembre 2003 al dicembre 2004 collabora col centro medico Amal con sede a Genova, effettuando attività di conferenze e lezioni a scopo divulgativo sulle tecniche di meditazione e rilassamento
  4. Novembre 2003 – giugno 2004:svolge lezioni e seminari sulla valenza psicologica e sociologica del messaggio pubblicitario rivolte a: alunni, famiglie, docenti e personale delle istituzioni scolastiche della provincia di Savona (organizzato da Acu (Associazione del Consumatore) di Genova
  5. Si occupa dall’anno accademico 2004 della progettazione di corsi ECM all’interno del Centro Studi Medicine Integrate “La casa del glicine”, in quanto docente della scuola di naturopatia A.N.E.A. con sede a Prato, Ancona Pordenone, Modena . Inoltre organizza laboratori di comunicazione all’interno della specializzazione di naturopatia.
  6. Si occupa: di strutture caratteriali e geopatie: “Geobiologia e bionergetica”, per L’Assocciazione Architetti e geobiologi di Sarzana
  7. Docente del corso triennale di naturopatia  della scuola ANEA, nel’ambito di “Metafisica, comunicazione  e analisi bioenergetica”
  8. :Organizza  conferenze nell’ambito delle iniziative sul tema “Personalità, Comunicazione e Benessere”, presso il Consiglio di Circoscrizione I- Centro Est, con la collaborazione del Consultorio familiare della Croce Rossa Italiana
  9.  Marzo 2006 :Co-fandatrice dell’Associazione “La fonte dell’acqua viva”, con Maurizio Filippeschi e Giuseppe Celano, presso Palazzo Fieschi (Savignone).Questo gruppo di ricerca, costituito da psicologi professionisti e operatori di  discipline olistiche, si occupa di Igienismo e benessere, proponendo gruppi di depurazione ed educazione alimentare.
  10.    Dal marzo 2009. organizza gruppi esperenziali sulla tematica dell’omofobia
  11. Si occupa dall’anno accademico 2009 della progettazione di corsi ECM “Naturopatia per la figura professionale dell’ostetrica.

 

Psicoterapia Ipnotica Ericksoniana 

Spesso mi sento chiedere:

“L’ipnosi è efficace per …?” e i puntini sono sostituiti da ciò che la persona desidera cambiare, migliorare o guarire. Chiariamo quindi subito che l’ipnosi è efficace per tutti i disturbi di carattere psicologico e per tutta una serie di problemi che riguardano più da vicino il funzionamento del corpo.

 

Cosa succede allora durante l’ipnosi?

 

Innanzitutto, si tratta di un fenomeno che può avvenire spontaneamente e che tutti

noi sperimentiamo nella vita quotidiana.

Per esempio, quando siamo tanto concentrati su qualcosa da estraniarci dall’ambiente circostante e perdere magari la nozione del tempo.

L’ipnosi clinica riproduce questa situazione, in modo controllato e finalizzato. Dimenticate pendolini o sguardi magnetici in grado di far cadere in catalessi e soggiogare la volontà.

Quello che fino a poco tempo fa sembrava un metodo impreciso, difficilmente verificabile, oggi trova conferma in una serie di studi che hanno analizzato le reazioni del cervello sotto ipnosi.

L’uso di immagini, metafore e fantasie guidate permette di “aggirare” l’emisfero cerebrale dominante, sede della razionalità, del pensiero logico-deduttivo, delle abilità critiche e analitiche.

Viene invece attivato l’altro emisfero, legato alla creatività, l’intuizione, le emozioni, la visualizzazione e la sintesi.

 

L’ipnosi crea una “realtà” soggettiva e aperta al nuovo. In trance si fa esperienza delle proprie risorse. Le situazioni evocate vengono davvero “vissute” e aiutano a trovare, a livello inconscio, la soluzione al problema.

A volte è anche necessaria un’elaborazione conscia di questo processo. L’ipnosi crea poi un ponte tra mente e corpo grazie all’ipotalamo, porzione del cervello situata nel sistema limbico (la parte più interna e “antica” dal punto di vista evoluzionistico).

 

Per cosa è utile l’ipnosi

Si può usare nella fase di preparazione ad un intervento chirurgico. Il decorso post-operatorio è più rapido. Inoltre una terapia ipnotica è indicata nei disturbi cronici, come la cefalea, nelle malattie dermatologiche e psicosomatiche, nei disordini alimentari, nel controllo del peso corporeo e nella lotta contro la dipendenza dalla sigaretta e dall’alcol attraverso il controllo dell’ansia sottostante il comportamento.

Questi disturbi vengono oggi affrontati dagli psicoterapeuti ipnotisti rifacendosi alle teorie di Milton Erickson, psichiatra americano per il quale nell’inconscio crescono e vengono nutrite le risorse di  ognuno di noi.

Tutto quello che l’individuo ha imparato nella sua esistenza, soprattutto nei primi anni dell’infanzia, viene immagazzinato nei circuiti della memoria, per essere recuperato in momenti e in contesti diversi. I problemi nascono quando  la persona non riesce più ad accedere a queste risorse.

 

L’ipnosi può essere usata nella preparazione al parto, per rilassarsi durante il travaglio e attenuare la percezione del dolore. Durante il corso, alle donne viene insegnato a fare autoipnosi

Nell’intervallo tra una contrazione e l’altra, la donna si rifugia in un “luogo sicuro” immaginario (la sua casa, una spiaggia, un prato), dove riposarsi e riportare nella norma il battito cardiaco e il ritmo respiratorio. Questo permette di controllare lo stress e dosare le forze.

A proposito di disturbi d’ansia, la psicoterapia ipnotica è una delle terapie d’elezione per il trattamento della grande famiglia di questo tipo di disturbi: attacchi di panico, fobie, disturbi post traumatici o ossessivo-compulsivi, la psicoterapia, a seconda delle situazioni, può intervenire da sola o in associazione con la somministrazione di farmaci.

Come si svolge l’ipnosi Ericksoniana

L’ipnosi Ericksoniana si discosta dai modelli classici d’ipnosi rituali e

standardizzati, soprattutto per lo spazio offerto alla relazione tra paziente e terapeuta. L’inconscio assume per Erickson, una particolare rilevanza per le sue capacità creative e auto-rigenerative.

L’ampio uso di metafore, di narrazione e d’immaginazione, permette al terapeuta di comunicare a un livello subliminare con la mente inconscia del paziente, il quale attivamente produce dei nessi riassociativi e una progressiva ristrutturazione della sua psiche profonda.

La terapia avviene sempre nel rispetto del paziente, della sua personalità e dei suoi valori e viene esercitata da psicoterapeuti che rispondono ad un preciso codice deontologico, etico e morale,

La psicoterapia ipnotica non è neppure imposizione e controllo, ma libertà e creatività. L’ipnosi, all’interno di una relazione terapeutica, stimola la magia della sorpresa, per superare le convinzioni rigide e accettare il nuovo.

Compito del terapeuta è fornire la cornice nella quale produrre un cambiamento. La psicoterapia ipnotica, in conclusione, punta all’integrazione di tutti gli eventi della nostra esistenza, considerando la nostra vita: una storia unica, ricca, importante ed originale, favorendo la costruzione di un diverso punto di vista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

No Comments Yet.

Rispondi