Dott. Enrico Pozza, Osteopata D. O. – Chinesiologo

Dott. Enrico Pozza, Osteopata D. O. – Chinesiologo

Laureato in Scienze Motorie alla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Genova.

Diplomato alla Scuola di Osteopatia IEMO (Istituto Europeo di Medicina Osteopatica) di Genova riconosciuta nei criteri formativi R.O.I.

Diploma di Massaggiatore sportivo presso la Scuola Professionale per Massaggiatori UISP di Genova.

 

Per Appuntamenti:

Studio Medico Olistico Via Roma 7/8 Genova 010/5960614

Orario Segreteria: Da Lun. a Giov. 9.30-13.00 e 14.30-18.00 Ven. 9.30-13.00

Per parlare col Dott. Pozza: 347/2958452 (fuori orario di lavoro)

Email:  enricopozza.osteo@gmail.com

 

Osteopatia

Terapia Olistica Manuale

Che cos’è l’Osteopatia

L’osteopatia è un Metodo Terapeutico basato su specifiche manipolazioni al fine di ridare movimento alle strutture corporee e riportarle in equilibrio.

Le manipolazioni osteopatiche interessano: le articolazioni, i muscoli, le fasce, il sistema viscerale, quello circolatorio, il sistema nervoso centrale, periferico, autonomo e cranio-sacrale

Per l’osteopata vale il concetto olistico del corpo umano, cioè un insieme di strutture e funzioni strettamente collegate tra loro da considerare nella globalità e non nella superficialità del singolo sintomo.

La manipolazione osteopatica serve da stimolo alla capacità di autoregolazione del corpo che, una volta liberato dalle limitazioni di movimento ritrova il proprio equilibrio funzionale.

“La vita è movimento, la malattia è riduzione di movimento, la morte è assenza di movimento” (A. T. Still)

 

Cosa cura l’Osteopatia

L’intervento dell’Osteopata è utile per i dolori ed i disturbi funzionali dell’apparato muscolo scheletrico come cervicalgie, dorsalgie e lombalgie, dismetrie del bacino, esiti da traumi alle articolazioni (colpi di frusta, cadute, distorsioni e fratture alla caviglia, gonalgie, periartrite ecc), patologie funzionali muscolari, articolari e discali.

Disturbi  del sistema nervoso di origine vertebrale o craniale come: nevralgie, emicranie vertigini, disequilibrio del sistema nervoso autonomo orto e parasimpatico come    alterazioni del sonno e dell’umore.

Disturbi dell’apparato viscerale come: cattiva digestione, reflusso gastro-esofageo,  gastrite, colite, stipsi, disfunzioni epato-biliari,  congestioni pelviche, emorroidi, incontinenza urinaria, dolori mestruali, cistiti ricorrenti,  esiti di polmoniti e pleuriti.

Postumi del parto, delle operazioni chirurgiche e trattamento delle aderenze cicatriziali.

Problematiche posturali, dell’occlusione dentale ed esiti del trattamento ortopedico.

Lo stress ed i suoi effetti somatici.

Come si svolge il trattamento osteopatico

L’osteopata inizia il primo trattamento con un colloquio col paziente, al fine di ricostruire la sua storia clinica e stabilire se il problema lamentato è di competenza osteopatica.

Successivamente l’osteopata esegue una serie di test meccanici e di “ascolto” sul corpo del paziente al fine di individuare la disfunzione primaria causa del sintomo.

L’osteopata esegue le manipolazioni atte a riportare in equilibrio le strutture o l’organo in disfunzione con tecniche strutturali, viscerali,  fasciali e cranio-sacrali.

I trattamenti osteopatici sono distanziati  15-20 gg l’uno dall’altro al fine di dare al corpo del paziente il tempo di adattarsi al trattamento precedente.

 

Importante 

Il trattamento Osteopatico NON è sostitutivo della medicina tradizionale, ma una sua integrazione.

Il trattamento Osteopatico è controindicato in caso di patologie gravi come tumori, infezioni, fratture, malattie degenerative ecc.

 

La Formazione dell’Osteopata 

L’Osteopatia è riconosciuta ufficialmente in molti paesi europei e mondiali quali: Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Belgio, Canada, Australia, Russia.

In Italia il suo riconoscimento pubblico è in via di regolamentazione.

A garantire la qualità degli operatori in Italia esiste il Registro Italiano degli Osteopati (R.O.I.) il quale stabilisce i criteri formativi e solo poche Scuole di Osteopatia hanno i requisiti per aderire al R.O.I.

Per iscriversi alla scuola di Osteopatia l’alunno deve essere in possesso di: diploma di Fisioterapista o diploma ISEF o Laurea in Scienze Motorie o Laurea in Medicina e Chirurgia.

Il Percorso Formativo dell’Osteopata dura 6 anni, e comprende l’osteopatia Cranio-sacrale, Strutturale, Viscerale e Fasciale.

Il Termine Osteopatia fu coniato dal suo capostipite A. T. Still e pare derivare dalla parola greca “osteon” (osso) e dal termine inglese “path” (sentiero) e significherebbe:

La via della salute attraverso l’apparato muscolo scheletrico”

 Ecco l’abstract della tesi del Dott.Pozza dal titolo: ” Il trattamento osteopatico in pazienti affetti da insonnia breve causata da scompenso neurovegetativo:Pozza Enrico Abstract Tesi Osteopatia

No Comments Yet.

Rispondi